MEDJUGORJE, la “statua luminosa” ed i pareri divergenti (Padre Livio, Vicka, Paolo Brosio)

medjugorje, statua luminosa, pareri, paolo brosio, padre livio fanzaga, radio maria, veggente vicka, vicka ivankovic mijatovic, settembre 2013, E’ davvero  singolare la diversità di vedute (diametralmente opposte in alcuni casi) che si è registrata attorno all’episodio verificatosi a Medjugorje la sera del 23 settembre all’interno della casa natale della Veggente Vicka (casa attualmente disabitata, occorre dirlo. Vicka vive altrove e quella è la sua casa natale e dove per anni ha incontrato numerosi pellegrini).

Non meraviglia che migliaia di persona si siano “divise” su quanto è accaduto: Medjugorje è di portata mondiale e su un argomento così importante è normale vi siano pareri diversi, è per così dire “fisiologico”. Stupisce, invece, il fatto che persone molto vicine alle vicende medjugorjane si siano espressi in modo davvero difforme.

 

Nello specifico: fra lunedì sera e martedì mattina la notizia è cominciata ad esser diffusa. Fra i primi a farlo il Sito “Medjugorje Today” ed il giornalista Paolo Brusio (con un post su facebook). Anche chi scrive queste note è stato fra i primi: ho pubblicato il post con la notizia il martedì mattina (http://cosimino.myblog.it/archive/2013/09/24/medjugorje-a…) col seguente titolo “MEDJUGORJE – A casa della veggente Vicka la statua della Madonna si illumina”, articolo pubblicato poco dopo le otto di mattina.Durante la giornata di martedì 24 la notizia ha fatto il giro del mondo, ed infatti è sbarcata sui grossi canali televisivi.

Giovedì 26 settembre, è intervenuto sulla vicenda anche padre Livio Fanzaga, direttore di Radio Maria e massimo conoscitore dei fatti di Medjugorje. Noi abbiamo ripreso e riportato le sue dichiarazioni senza commento alcuno (solo una brevissima introduzione) : questo il link per leggere l’articolo http://cosimino.myblog.it/archive/2013/09/26/un-inganno-s….

Padre Livio, come potrete leggere, è fortemente scettico. E ne fornisce le motivazioni. Stupisce che però ieri, venerdì 27 settembre,  è apparsa una dichiarazione (una intervista per la precisione) della stessa veggente. Vicka Ivankovic Mijatovic ha risposte alle domande di  Marijan Sivrić e l’intervista è stata pubblicata sul sito croato “Vecernji list” (questo il link:http://www.vecernji.hr/vijesti/vidjelica-vicka-ovo-je-svj…) proprio la mattina del venerdì ed è stata pubblicata una traduzione in italiano su un blog (http://annalisacolzi.wordpress.com/2013/09/26/la-veggente…)

E noi riportiamo proprio quest’ultimo articolo, sperando che la traduzione sia stata fedele e rispondente al pensiero di Vicka. Anche in questo caso non facciamo commenti ma vi lasciamo alle parole della stessa Vicka:

 

Con la veggente Vicka IvankovicMijatovic abbiamo parlato della statua della Madonna che si è illuminataperchénella suacittà nataleinBijakovići giorno e notte ci sono migliaia dipellegrini.

 

La veggente Vicka ieri si trovava presso il Centro di Giovanni Paolo II a Vionica da suor Cornelia per la consueta testimonianza. Prima che iniziasse a parlare ci ha rilasciato un’intervista in esclusiva.

 

Cosa ne pensi della statua che si è illuminata nella tua casa natale?

 

– Questa statua mi è stata portata da Lourdes da un gruppo di pellegrini circa 30 anni fa. E’ stato un dono che mi hanno fatto con tutto il cuore. Venne collocata nella stanza delle apparizioni. Tante volte la Madonna apparve vicino a questa statua. In questi trenta anni, da quando la statua è stata messa lì, non ha mai brillato. E’ davanti a questa statua che ho sempre pregato e proprio lì ho visto i tre lampi di luce con cui la Madonna ci preavvisa che sta scendendo in mezzo a noi. E’ qualcosa di speciale.

 

Sei stata nella tua casa natale dopo quanto è accaduto?

 

– Ero in viaggio quando mi hanno detto che la statua si è illuminata. Sono trentadue anni che la Madonna illumina a Medjugorje. E’ viva.

 

La Madonna vedendo il tempo scuro e cupo di oggi manda un po’ di luce. Io penso che un uomo non dovrebbe avere paura della luce, anzi dovrebbe essere un richiamo alla propria coscienza. Le persone che aspettano di entrare dovrebbero far luce nel proprio cuore e chiedersi cosa vuole la Madonna. Perché la Madonna ha dato spesso dei piccoli segni ma molte volte continuiamo ad essere sordi e ciechi. Pertanto la Madonna ci invita a pregare, solo con la preghiera si ottiene la luce.

 

Ieri hai visto la Madonna. Hai parlato della sua immagine che si illumina?

 

– No. Non abbiamo parlato di questo. Io credo che, se è necessario, sarà la Madonna stessa a parlare.

 

Secondo alcune stime, nella vostra casa natale in due giorni sono passati quindici mila persone. Come si spiega il fatto che la gente vuole vedere questo fenomeno?

 

– Le persone vanno in tanti nella mia vecchia casa a pregare, in questo non c’è niente di insolito e questo mi dà gioia. Le persone oggi hanno bisogno di luce e di tanta pace. La Gospa con un unico piccolo bagliore ha dato molto. Sta a noi capire come accettare e usare quella luce. Vorrei raccomandare a tutti: preghiamo e con gli occhi del cuore quella piccola luce entra. Una luce senza la preghiera non può entrare. È per questo che La Madonna ci incoraggia a metterci in ginocchio e con il rosario in mano a pregare. Cominciamo a pregare nelle nostre famiglie. Cerchiamo di non mettere mai le cose senza importanza. In primo luogo Gesù, suo Figlio, come dice lei: “fintanto che mi dà la grazia, io posso dare “, perché la Madonna è solo una mediatrice. Lei è al secondo posto, e quindi chiede a noi di rinnovare la nostra preghiera in famiglia con il suo amato Rosario.

 

Che cosa chiede in particolare la Madonna a voi veggenti in queste ultime apparizioni?

 

– La Madonna è molto preoccupata per i giovani e le famiglie che sono in situazioni molto, molto difficili. E possiamo aiutarli solo con l’amore e la preghiera. Ella dice: “Cari giovani, tutto ciò che il mondo di oggi vi offre, tutto ciò che passa attraverso di esso, è il mezzo che satana usa per tentarvi in ogni momento libero che avete”. Oggi in particolare modo satana desidera distruggere le famiglie e i giovani. E in un messaggio ha sottolineato che questo è un momento di grande grazia.”

 

http://www.vecernji.hr/vijesti/vidjelica-vicka-ovo-je-svj…

 

***

questo articolo è stato redatto da cosimo de matteis

 ***

 

I MESSAGGI DI MEDJUGORJE

(in ordine cronologico)

 

Don Gabriele Amorth CREDE A MEDJUGORJE: ecco le sue parole (AUDIOVIDEO)

Non si intende minimamente esaurire l’argomento né, chiaramente, riferire una “posizione ufficiale” di Don Gabriele Amorth su Medjugorje e le apparizioni della Vergine Santa. Di certo c’è un fatto: don Amorth è stato fra i primi Sacerdoti italiani ad interessarsi agli eventi prodigiosi in atto nel piccolo villaggio croato dal 24 giugno 1981. E, come lui, ricordiamo pure Don Divo Barsotti, Don Luigi Giussani ed altri meno “noti”come il Salesiano Antonio Alessi ed l’arcinoto Sacerdote Scolopio Don Livio Fanzaga.

Ma ecco, dalla bocca dello stesso don Gabriele Amorth, delle valutazioni su Medjugorje: è un video breve (appena 250 secondi) ma val la pena ascoltarlo.

 http://dongabrieleamorth.wordpress.com/